Vast Bank abbandona le crypto: ecco cos’è successo negli USA

Vast Bank, il primo ente creditizio americano che sosteneva di appoggiare le crypto e di permettere ai suoi clienti di investire nelle criptomonete, oggi – con una comunicazione ufficiale – decide di lasciare ufficialmente il settore.

Una decisione che prima di quest’ultima, non sembrava – almeno pubblicamente – essere fondata su motivazioni specifiche. Viste le normative più stringenti e le previsioni sui regolatori americani, l’istituto creditizio americano ha deciso di mollare le redini.

Vast bank lascia il mondo delle Crypto

Nulla da fare per la Vast bank, che ha deciso di mollare l’intero settore delle Crypto e di rimuovere dagli store rispettivamente di Android, Google Play Store, e di Apple, App Store, l’applicazione che permetteva ai suoi clienti, di detenere i loro asset in criptomoneta.

Ecco la comunicazione ufficiale rilasciata dalla banca stessa:

Per allineare strategicamente le nostre operazioni, a partire dal 31 gennaio 2024 disabiliteremo e rimuoveremo l’applicazione Vast Crypto Mobile Banking da Google e Apple. Questo significa che i vostri conti Vast Crypto Mobile Banking, compresi gli asset digitali in custodia, saranno liquidati e chiusi.”

I motivi – almeno a tatto – sul perché Vast Bank abbia lasciato il settore delle crypto, non erano ben chiari. Escludiamo la possibilità che lo abbia fatto per una regressione, dato che il prezzo di Bitcoin è salito recentemente e come ben sappiamo, ci sono delle previsioni positive che ci aspettano quest’anno.

Ma lasciando perdere le interpretazioni personali, effettivamente la banca americana avrebbe deciso di abbandonare il settore in questione, perché verso la fine del 2023, una lettera proveniente da un regolatore degli USA, ha accusato l’istituto bancario di aver messo in atto delle “pratiche non sicure o scorrette“.

Le segnalazioni sono giunge dall’OCC Office of the Comptroller of the Currency, con l’invio di un “consent order“, che invitava la Vast Bank a prendere le dovute precauzioni su quanto constatato dall’ente regolatore.

A partire dal 2019, Vast ha aggiunto alla sua gamma di prodotti anche una serie di servizi bancari digitali, come le criptovalute. Tuttavia, il contesto normativo in continua evoluzione e poco chiaro del digital banking, unito ai venti contrari macroeconomici, rende la crescita futura più difficile da prevedere.”

Un problema che interessa politici e banche

Sull’argomento – in merito all’accaduto della Vast Bank e all’allontanamento dalle crypto – sono intervenuti diversi analisti e anche politici americani, sostenendo che questa “ostilità” proviene da una mancanza di leggi trasparenti e chiare, che intimoriscono perfino gli enti bancari.

Passione per la Finanza da sempre, innamorato di Bitcoin since 2015. Scrivo per Hodleritalia per contribuire a un sogno.